La Villa

Home La Villa

Il piacere di ospitare abbinato all’arte di ricevere

036---V.-D.-R.
4

La cura e la raffinatezza degl’interni ne fanno la scelta ideale per aziende e privati, per congressi, convegni, concerti, eventi mondani, convention, feste, matrimoni, ricevimenti, guesthouse per fiere, presentazione di prodotti, sfilate e per ogni evento che deve essere speciale.

 

Storia

La villa Stendhal già De Bosdari di Bologna-San Lazzaro. Contornata da antico parco, fu costruito nel XVI secolo e rimodernata nel XVII, da Dolfi-Ratta, al quale si deve probabilmente l’aspetto attuale della villa ad eccezione delle due torri laterali che sono anteriori. Sulla villa si hanno notizie precise. Si sa che appartenne alla famiglia Parati, poi ai conti Grassi e quindi ai marchesi Pallotta, dai quali verso la fine del XVIII secolo fu acquistata dalla marchesa Maria Dolfi Ratta, dalle quale per eredità, poi passo ai conti De’ Bosdari. Ora la villa è di proprietà della famiglia Marzaduri. All’interno, la grande loggia centrale è ornata da decorazioni in stile Luigi XVI e nelle stanze si conservano tempere raffiguranti rovine di notevole qualità. Alla Dolfi-Ratta si deve anche la cappellina costruita nel 1777, come ricordato da un’iscrizione. Questa grande villa, con al centro il timpano triangolare e fiancheggiata da due torri che sopravanzano ai lati, ha un ragguardevole aspetto monumentale. Nei suoi saloni, affrescati e finemente ornati, troviamo mobili del 700 emiliano e veneziano, una stupenda collezione di quadri di Morandi”, De Chirico, Manzù, Giacometti, Vallegri detto il veronese, Badalocchio, Benedetto Gennari, Salvatore Rosa, Ricci, Max Ernest, ecc. Da ogni finestra si stende la suggestiva veduta del parco, con piante di alto fusto di rara bellezza.